di Marcello Buttazzo –

Prima di andare via dalla Casa Bianca, Donald Trump ha voluto lasciare tracce significative e avvelenate di sé. Il 12 gennaio, Lisa Montgomery sarà giustiziata con iniezione letale. L’ultima donna a finire sul patibolo fu Bonnie Haedy nel 1953, nel Missouri. Trump, poco più di un anno fa, aveva fatto riprendere le esecuzioni federali. Già nel 2007, la giustizia d’un tribunale federale del Missouri aveva condannato a morte Lisa Montgomery. Ma George W. Bush prima e Barack Obama poi avevano deciso di sospendere l’esecuzione. Ora il peggiore dei presidenti della storia americana ha dato il via, da un po’ di tempo, alla danza macabra e brutale dell’immorale uccisione di Stato. Se, in America, prima dell’avvento di Trump, s’era assistito ad un drastico rallentamento dell’immonda e ferina pena capitale, l’amministrazione del tycoon ha invece accelerato negli ultimi mesi del suo mandato, ormai al termine. Sulla “eticità” della pena di morte c’è ben poco da dire. Lo Stato non può mai con un atto di violenza togliere la vita ad un suo cittadino. Lo Stato- Caino è proprio delle teocrazie e delle dittature, ma l’America, culla del diritto, non dovrebbe mai cedere a pulsioni viscerali. Secondo, il parere “illuminato” dell’ex sprovveduto inquilino della Casa Bianca, il ricorso al patibolo rappresentata il miglior deterrente contro i crimini. Ma si tratta della propaganda e della misera demagogia d’un Repubblicano con il fiato corto. Difatti, diverse statistiche dimostrano che, dagli anni Novanta ad oggi, in America, i reati più gravi si sono quasi dimezzati. Trump, come estremo atto della sua disastrosa amministrazione, ha voluto palesare, anche nella fattispecie, la risultanza d’un fallimento totale. La pena di morte, tra le altre cose, è antistorica. Le diplomazie mondiali, tanti governi, i politici assennati, le associazioni abolizionistiche (“Nessuno tocchi Caino”, “Amnesty International”, “Comunità di Sant’Egidio”) si muovono per abolire sistematicamente, in tutto il mondo, la massima e iniqua pena. Il presidente Biden ha annunciato di voler bloccare tutte le condanne a morte federali. Chissà se in qualche modo, fino all’ultimo momento, fino al 12 gennaio, verrà fermata l’esecuzione di Lisa Montgomery! C’è la consolazione che, dal 20 gennaio, il miliardario sfondato Trump verrà sfrattato dalla Casa Bianca. E tornerà nei suoi palazzi molli e dorati. Non sentiremo affatto la sua mancanza.

Marcello Buttazzo